L’altra faccia del puré


Ciao a tutti.

Oggi vi propongo una ricetta elaborata e copiata, come al solito, ma questa volta da un vero Grande della cucina italiana, sì proprio lui, il più grande!

La base è un purè di patate avvolto in foglie e condito con funghi.

Cosa serve:

Coste

patate

funghi freschi e porcini secchi (oppure porcini freschi)

aglio

prezzemolo

burro di cacao

noce moscata

amido (di mais, di riso, di patate, è indifferente)

olio evo, sale, acqua

 

Iniziamo dal purè. Cuocere le patate pelate a pezzi in poca acqua ed a fuoco lento (oppure al vapore) e schiacciarle. Condirle con sale, pepe e noce moscata. Mantecarle con burro di cacao. Concludere con un trito fine di prezzemolo fresco.

Ora passiamo ai funghi. Pulirli e tagliarli a cubetti non troppo piccoli, soffriggere olio e aglio e mettere i funghi. Aggiungere anche i funghi secchi. lasciar soffriggere per pochi minuti. Sciogliere un cucchiaio abbondante di amido in acqua ed usarla per far cuocere i funghi in modo che si formi una crema con dei pezzi di funghi.

Ricavare la parte verde delle foglie dalle coste e scottarle in acqua bollente salata per pochi secondi. Foderare un coppapasta con le foglie e riempirlo con il purè raffreddato.

Impiattare a piacere con la crema di funghi.

 

Naturalmente la ricetta originale comprendeva pesce ed altro, ma la “mia” è squisitamente vegana. Rientra tra i piatti un po’ impegnativi, ma di grande soddisfazione.

Un grande grazie allo Chef, grande almeno quanto lui!

Alla prossima Michele